modulo per la candidatura: Project Manager

titolo: Project Manager

i campi segnato con un asterisco (*) devono essere compilati

dettagli personali

nome *
cognome *
indirizzo email *

dettagli di contatto

indirizzo
città *
c.a.p.
nazione
telefono
telefono cellulare *

qualifiche

Laurea? si
no
Titolo di studio *
Conseguito presso *
carica il CV *
Privacy * Ho letto e compreso le disposizioni sulla privacy
 
 

SOLUZIONI TAPMYLIFE AL CONVEGNO NAZIONALE INGEGNERI CLINICI DI ROMA 15-18 MAGGIO 2024

Come dovrebbe essere gestita l’innovazione tecnologica per rispondere efficacemente alle difficili sfide che il nostro sistema sanitario si trova a fronteggiare? Che ruolo hanno le tecnologie per la salute?
Quali i focus su cui orientare maggiormente l’attenzione e concentrare gli sforzi?

Esaminando i contenuti delle discussioni relative alle misure e agli investimenti previsti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), nonché sui decreti ministeriali DM 77 e D70, emergono tre ambiti strategici chiave: cronicità, territorio e prossimità. Sebbene apparentemente distinti, questi ambiti convergono per affrontare sfide cruciali che determineranno il futuro della sanità nazionale.

Il problema forse più difficile, sia dal punto di vista sociale sia epidemiologico, considerato l’invecchiamento progressivo della popolazione italiana sembra essere quello della cronicità.

Per cercare di trovare una risposta alle complesse esigenze del sistema sanitario, AIIC ha organizzato un convegno per discutere e costruire un ecosistema digitale nazionale, coinvolgendo professionisti e decisori politici.

TapMyLife sarà presente a Roma dal 15 al 18 maggio per dare il suo contributo con esempi concreti e già ampiamente utilizzati di come le soluzioni IOT portino a migliori performance delle strutture sanitarie, efficientamento dei processi e aumento della razionalizzazione della governance.
Appuntamento quindi a Roma, Convention Centre La Nuvola dal 15 al 18 maggio, vi aspettiamo allo stand D10.

EMERGENZA AGGRESSIONI IN PRONTO SOCCORSO: INFORMAZIONI E TRACKING PER ATTENUARE L’AGGRESSIVITA’ DELL’UTENZA

Da troppo tempo ormai le aggressioni al personale ospedaliero, in particolare nei contesti più critici, quali il Pronto Soccorso, emergono all’onore delle cronache con una drammatica escalation.
Anaao Assomed ha sottoposto ai propri iscritti e diffuso sui canali social a tutti i dirigenti sanitari, su un campione rappresentativo di professionisti.
Ciò che emerge con inquietante evidenza è l’enormità dei dati: l’81% degli interpellati riferisce di essere stato vittima di aggressioni fisiche o verbali, di questi, ben il 23% riferisce aggressioni fisiche, il 77% verbali e ben il 75% ha assistito personalmente ad aggressioni ai colleghi.

Il dato è più che preoccupante e impone immediate iniziative per la tutela dei professionisti sanitari.

A sorprendere chi non vive quotidianamente in ospedale è il dato che le AGGRESSIONI sono COMPIUTE DAI PAZIENTI (compresi i degenti psichiatrici) sono SOLO IN CIRCA LA META’ DEI CASI, mentre i PARENTI sono RESPONSABILI del 42,3% DELLE VIOLENZE, soprattutto in Pronto Soccorso.

Il clima di paura e rassegnazione che emerge dalla ricerca Assomed è testimoniato da un altro dato sconfortante: il 69% dei sanitari non denuncia l’aggressore. Ciò significa che non c’è reale fiducia in un cambiamento (possibile) della situazione lavorativa.

La stragrande maggioranza dei sanitari gestisce da solo o con l’aiuto di colleghi, le violenze verbali o fisiche, ricorrendo alle forze dell’ordine solo per i casi più drammatici.

Che strumenti abbiamo per arginare l’aggressività crescente in Pronto soccorso, migliorare i flussi dei pazienti e al contempo le condizioni di lavoro di chi spesso ci salva la vita?

Certamente servirebbero finanziamenti cospicui o addirittura presidi fissi delle forze dell’ordine per le realtà più problematiche ma per spegnere davvero la miccia dell’aggressività, soprattutto da parte dei parenti degli assistiti qualche soluzione efficace già esiste.

I tempi di attesa in Pronto Soccorso sono, ad esempio, spesso appesantiti dal fenomeno del “boarding“, fenomeno con radici complesse e conseguenze disastrose:
– per i pazienti: aumento della morbilità, della lunghezza del ricovero, della mortalità e aumento della sofferenza di coloro che attendono distesi sulle barelle nei corridoi del P.S.;
– per gli operatori: aumento dello stress e burn out, diminuzione della capacità di rispondere alle emergenze e ai disastri;
– per il sistema: la diversione o il blocco delle ambulanze, l’aumento dei tempi di attesa in Pronto Soccorso.

Questo fenomeno ha quindi costi altissimi in termini assistenziali provocando l’allungamento dei tempi di permanenza in ospedale e costituisce la principale minaccia per la qualità dei servizi di emergenza, condizionando la tempestività delle cure, i livelli di morbilità/mortalità, la possibilità di errori sanitari, il blocco delle ambulanze.

Il modulo di Pronto soccorso e sicurezza operatori di TapMyLife si concentra proprio su questi aspetti fondamentali che creano criticità nell’area del P.S. grazie ad una evoluta piattaforma dedicata: monitoraggio flussi, tracking barelle, sicurezza operatori e comunicazione con i parenti. I dati raccolti in questi anni di attività testimoniamo come l’introduzione dei sistemi di Sicurezza e tracciabilità in Pronto Soccorso portino ad una maggiore efficienza dei reparti e a un deciso aumento degli standard di sicurezza per il personale.

Il tracciamento del percorso del paziente in Pronto Soccorso, oltre a garantire significativi vantaggi in termini di efficienza, efficacia e sicurezza per il reparto, offre ai familiari (ricordiamo che i parenti causano circa la metà dei casi di aggressione al personale sanitario) una App dedicata ai caregiver per seguire il percorso del proprio caro con indicazioni visualizzabili su smartphone o su pannello dedicato, notifiche automatiche su App Android o iOS in piena conformità alle normative GDPR tramite qr-code o PIN personali.

In attesa di una revisione del Sistema si può quindi da subito intervenire per salvare un particolare paziente che si trova in una situazione davvero critica: il Pronto Soccorso, luogo che deve tornare ad essere di cura e non di conflitto.

I MIGLIORI OSPEDALI ITALIANI DELLA CLASSIFICA DI NEWSWEEK SCELGONO LE TECNOLOGIE TAPMYLIFE!

6 dei primi 10 ospedali della classifica “World’s Best Hospitals 2024” di Newsweek sono clienti TapMyLife, a testimonianza dell’attenzione crescente verso soluzioni innovative di #accoglienza, #monitoraggiodelleperformance, #RiskManagement e #LogisticaDelPaziente.

Congratulazioni a tutti gli ospedali italiani nella #top250:

35° – Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS (Roma)
52° – Fondazione Ospedale Niguarda (Milano)
57° – Ospedale San Raffaele – Gruppo San Donato (Milano)
65° – Humanitas Research Hospital (Rozzano)
66° – Fondazione Policlinico Sant’Orsola-Malpighi (Bologna)
103° – Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata Verona (Verona)
117° – Fondazione I.R.C.C.S. Policlinico San Matteo Pavia (Pavia)
118° – Azienda Ospedaliera Di Padova (Padova)
135° – ASST Papa Giovanni XXIII (Bergamo)
165° – CITTA’ DELLA SALUTE E DELLA SCIENZA DI TORINO – SEDE MOLINETTE (Torino)
187° – Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi (Firenze)
202° – Presidio Ospedaliero Spedali Civili di Brescia (Brescia)
211° – Azienda Ospedaliera Sant’Andrea (Roma)
215° – Azienda USL di Reggio Emilia, IRCCS (Reggio Nell’Emilia)

La classifica completa:


NETWORK LOPS 2023 I EDIZIONELA PRIMA COMMUNITY DI “BENCHLEARNING” DEDICATA ALLA GESTIONE DEI PRONTO SOCCORSO

Il Pronto Soccorso costituisce una delle principali porte di accesso ai servizi sanitari, con oltre 20 milioni di accessi annui solo in Italia. Tuttavia, la sua gestione è particolarmente complessa a causa dell’elevato numero di richieste e delle variazioni nei processi e negli accessi. Nonostante i progressi evidenti nella presa in carico dei pazienti in situazioni di emergenza, la gestione del Pronto Soccorso rimane una delle sfide principali nel settore ospedaliero, soprattutto per quanto riguarda il sovraffollamento e la riduzione dei tempi di attesa.

Negli ultimi due anni, segnati dalla pandemia da Covid-19, la gestione di percorsi separati per pazienti Covid, non Covid e misti ha complicato ulteriormente la logistica dei flussi, accentuando le difficoltà preesistenti. Questa emergenza nelle emergenze ha spinto il settore a adottare nuove tecnologie e metodi manageriali, come il Lean e il BPI, che hanno contribuito e continuano a contribuire al miglioramento della gestione del Pronto Soccorso.

Tuttavia, tali innovazioni sono ancora parziali ed eterogenee a causa delle differenze nei paradigmi regionali e delle peculiarità locali. Pertanto, diventa sempre più necessario creare le condizioni per uno scambio continuo di best practice e consolidare le innovazioni sviluppate durante i periodi critici. L’obiettivo è evolvere i modelli gestionali del Pronto Soccorso e della rete di emergenza-urgenza.

Per affrontare questa sfida, è nato LOPS, il primo network formativo di innovazione manageriale dedicato alla gestione del Pronto Soccorso. LOPS rappresenta sia un luogo di incontro e confronto tra professionisti che un’opportunità unica per lo sviluppo di conoscenze e competenze manageriali di frontiera. Ciò avviene attraverso approfondimenti mirati e con il supporto e la guida del gruppo docenti di SDA Bocconi.

12/12/2023 – I “KPS”: Rilevare e monitorare per riprogettare i processi

La giornata trascorsa con SDA Bocconi è stata estremamente proficua, offrendo un prezioso spazio di confronto tra professionisti clinici e gestionali nell’ambito del Pronto Soccorso. Nel corso di questo incontro, TapMyLife ha avuto l’opportunità di sottolineare l’importanza cruciale della “qualità del dato” come requisito fondamentale per la definizione di KPI efficaci, indispensabili per un management consapevole della necessità di ottimizzare i processi in un contesto così delicato e critico come quello del Pronto Soccorso.

L’emergere di una funzione di logistica ospedaliera dotata di strumenti di gestione e misurazione che superino il mero ambito “clinico”, mantenendosi sempre coerenti e interoperabili, diventa una scelta strategica fondamentale per una gestione operativa che tenga conto delle esigenze mediche. La discussione ha messo in evidenza la necessità di un approccio integrato che armonizzi la prospettiva clinica con quella gestionale, contribuendo così a plasmare un ambiente operativo più efficiente e orientato agli esiti positivi.

Desideriamo ringraziare la professoressa Francesca Lecci e il professor Lorenzo Fenech per averci coinvolti e per l’encomiabile impegno nel promuovere un arricchente scambio di idee tra professionisti clinici e gestionali. La contaminazione accrescitiva tra queste due prospettive rappresenta un passo significativo verso una gestione integrata e orientata alla qualità nel contesto complesso del Pronto Soccorso.

VERSO UN MONDO PIÙ SANO: CELEBRANDO LA GIORNATA MONDIALE DELLA COPERTURA SANITARIA UNIVERSALE

Ogni anno, il 12 dicembre, il mondo si unisce per celebrare la Giornata Mondiale della Copertura Sanitaria Universale (CSU). Questa giornata speciale è un richiamo globale all’importanza di garantire a ogni individuo l’accesso a servizi sanitari di qualità senza incappare in difficoltà finanziarie. In questo articolo, esploreremo il significato della CSU e il suo impatto nel plasmare un futuro più sano e equo per tutti.

La Copertura Sanitaria Universale è un obiettivo ambizioso che mira a garantire che ogni persona, indipendentemente dalla propria situazione economica o geografica, possa accedere a servizi sanitari essenziali. Questo include la prevenzione, la diagnosi, il trattamento, la riabilitazione e la promozione della salute. L’obiettivo è superare le barriere finanziarie che possono impedire a molte persone di ricevere cure di cui hanno bisogno.

La CSU non è solo un principio etico, ma è anche cruciale per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite. Garantire l’accesso universale ai servizi sanitari è fondamentale per ridurre le disuguaglianze, migliorare la qualità della vita e promuovere lo sviluppo sostenibile.

Nonostante i progressi compiuti, molte sfide persistono nel percorso verso la CSU. Barriere economiche, carenze di personale medico, e disparità nell’accesso ai servizi sono sfide che richiedono azioni concertate a livello globale e nazionale.

La Giornata Mondiale della Copertura Sanitaria Universale è un momento per riflettere sulle iniziative globali che stanno contribuendo al raggiungimento di questo obiettivo. Programmi di assistenza sanitaria, investimenti nelle infrastrutture sanitarie e collaborazioni internazionali sono fondamentali per superare le sfide e promuovere la CSU.

Mentre celebriamo la Giornata Mondiale della Copertura Sanitaria Universale, è imperativo rafforzare gli sforzi per garantire che nessuno sia lasciato indietro quando si tratta di salute. Investire nella CSU non è solo un atto di giustizia sociale, ma anche una mossa strategica per costruire un mondo più sano, equo e resiliente per tutti. Insieme, possiamo lavorare per un futuro in cui l’accesso a servizi sanitari di qualità sia un diritto fondamentale per ogni persona.

Con l’occasione, vogliamo sottolineare l’importanza dell’innovazione nella promozione della Copertura Sanitaria Universale. TapMyLife rappresenta un esempio tangibile di come la tecnologia possa migliorare l’accesso ai servizi sanitari. Attraverso soluzioni digitali intuitive e accessibili, TapMyLife si impegna a facilitare l’accesso ai servizi sanitari, contribuendo così all’obiettivo di una CSU completa.

Mentre celebriamo la Giornata Mondiale della Copertura Sanitaria Universale, è imperativo rafforzare gli sforzi per garantire che nessuno sia lasciato indietro quando si tratta di salute. Investire nella CSU non è solo un atto di giustizia sociale, ma anche una mossa strategica per costruire un mondo più sano, equo e resiliente per tutti. Insieme, possiamo lavorare per un futuro in cui l’accesso a servizi sanitari di qualità sia un diritto fondamentale per ogni persona, con l’innovazione di TapMyLife che apre nuove porte verso questa visione ambiziosa.

CELEBRANDO LA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ: UN RICHIAMO ALL’INCLUSIVITÀ E ALLA DIVERSITÀ

Ogni anno, il 3 dicembre, il mondo si unisce per celebrare la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, un’occasione che riflette sull’importanza di promuovere l’inclusività e abbattere le barriere che le persone con disabilità possono incontrare nella loro vita quotidiana. Questa giornata mira a sensibilizzare l’opinione pubblica, promuovere la comprensione e stimolare l’azione per garantire che le persone con disabilità possano partecipare pienamente alla società.

Il tema principale di quest’anno, come ogni anno, offre uno spunto per riflettere sulle sfide affrontate dalle persone con disabilità e sulle opportunità per creare un mondo più equo e accessibile per tutti. Questo non è solo un giorno di consapevolezza, ma un momento per incoraggiare cambiamenti concreti nelle politiche, nelle pratiche e nelle mentalità per garantire i diritti e il benessere delle persone con disabilità.

Un altro aspetto cruciale è l’accessibilità. Le barriere fisiche e digitali possono rendere difficile per le persone con disabilità partecipare pienamente alla società. Attraverso miglioramenti nell’architettura, nei trasporti e nelle tecnologie, possiamo creare un mondo più accessibile, permettendo a tutti di godere degli stessi diritti e opportunità.

La partecipazione attiva della comunità è essenziale per il progresso. Eventi locali, workshop e iniziative educative possono contribuire a coinvolgere la comunità nella creazione di ambienti inclusivi. L’attivismo è una forza trainante per il cambiamento, e la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità offre una piattaforma importante per promuovere azioni concrete a tutti i livelli della società.

In conclusione, mentre celebriamo la diversità in questa Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, TapMyLife si distingue per il suo impegno nel progettare soluzioni innovative e accessibili che mettono in contatto le persone con disabilità con risorse fondamentali. Attraverso un approccio centrato sulle esigenze degli utenti, le nostre infrastrutture offrono un ponte tra individui e servizi, facilitando l’accesso a informazioni cruciali e opportunità che migliorano notevolmente la qualità della vita di tutti. Celebrare la diversità è un passo fondamentale verso una società equa, dove ogni voce conta e ogni persona è valorizzata.

Fonte: https://www.onuitalia.it/3-dicembre-giornata-internazionale-delle-persone-con-disabilita/

Sanità Digitale in Italia: Crescita del 11% nel 2023 e Prospettive Ambiziose con TapMyLife

Il panorama della Sanità Digitale in Italia si presenta più promettente che mai, con il mercato ICT che ha registrato una crescita notevole del 11% rispetto all’anno precedente, raggiungendo la cifra di 2,23 miliardi di euro nel 2023. Questi dati emergono dal White Paper “Una visione di futuro per la Sanità italiana. Innovazione e benessere visti dalle aziende ICT” redatto da Anitec-Assinform, l’associazione delle imprese ICT. Il documento non solo fotografa la situazione attuale ma offre anche preziose raccomandazioni e proposte per guidare la digital transformation nel settore sanitario.

Crescita e Tendenze

Il mercato ICT in sanità è in costante espansione, con previsioni che indicano un superamento della soglia dei 3 miliardi di euro nel 2026. La crescita è trainata da significativi investimenti in tecnologie innovative, tra cui il cloud che da solo vale oltre 200 milioni di euro. Le soluzioni di intelligenza artificiale registrano un aumento straordinario, con una crescita del 35% tra il 2022 e il 2023, dimostrando l’adozione sempre più diffusa di tecnologie all’avanguardia nel settore sanitario. In questo contesto, la piattaforma TapMyLife si afferma come un elemento chiave, facilitando l’accesso e la gestione delle informazioni sanitarie personali attraverso un’interfaccia user-friendly.

Obiettivi della Digital Transformation

La digital transformation nel settore sanitario è guidata da obiettivi molteplici e ambiziosi. La telemedicina, considerata una priorità dal 72% delle strutture sanitarie, sta guadagnando terreno, offrendo nuove modalità di erogazione dei servizi sanitari. Allo stesso tempo, il 60% delle strutture mira all’introduzione o all’estensione delle cartelle cliniche elettroniche, sottolineando l’importanza della gestione digitale delle informazioni sanitarie. La strategia dei dati emerge come elemento cruciale, con l’80% delle regioni italiane impegnate nell’integrazione dei dati e nella definizione di strategie avanzate, anche con l’ausilio di soluzioni come TapMyLife che agevolano la raccolta e l’analisi di dati personali in modo sicuro e trasparente.

Prospettive Future

Il presidente di Anitec-Assinform, Marco Gay, sottolinea l’importanza di sostenere e promuovere l’innovazione tecnologica nel settore sanitario italiano. Collaborare con le istituzioni, superare sfide normative, garantire l’interoperabilità dei sistemi e facilitare l’accesso al finanziamento sono le chiavi per sviluppare servizi sanitari digitali, efficaci e sostenibili per tutta la popolazione.

In conclusione, la Sanità Digitale in Italia si presenta come un terreno fertile per l’innovazione, con la tecnologia, inclusa TapMyLife, che gioca un ruolo sempre più centrale nel plasmare il futuro del settore sanitario. Con un impegno congiunto delle aziende ICT, delle istituzioni, degli operatori del settore e degli utenti, si prospetta un futuro in cui la digitalizzazione contribuirà in modo significativo al benessere e alla qualità dei servizi sanitari offerti alla popolazione italiana.

Fonte: https://trendsanita.it/sanita-digitale-11-rispetto-al-2022/

LA GIORNATA DELL’ASSISTENTE SANITARIO: CELEBRARE I CUSTODI DEL BENESSERE

La Giornata dell’Assistente Sanitario, celebrata il 21 novembre di ogni anno, è un’opportunità per riconoscere il bisogno di supporto e apprezzamento per questi professionisti. Garantire che gli assistenti sanitari abbiano condizioni di lavoro adeguate, accesso a formazione continua e un ambiente in cui possano sentirsi valorizzati è essenziale per mantenere alta la qualità delle cure che forniscono. 

Gli assistenti sanitari lavorano in una varietà di contesti, tra cui ospedali, cliniche, case di riposo e strutture comunitarie. Il loro ruolo va ben oltre l’erogazione di cure fisiche; sono anche il sostegno emotivo e psicologico per i pazienti e le loro famiglie.

Maria Cavallo, Presidente della Commissione di albo nazionale degli Assistenti sanitari, ci ricorda come l’Assistente sanitario è una figura indispensabile al buon funzionamento dei sistemi sanitari di tutto il globo: “gli Assistenti sanitari fondano da sempre il loro agire professionale e umano sul valore della promozione della salute e svolgono un ruolo cruciale nel facilitare la consapevolezza e l’autodeterminazione delle persone verso scelte orientate al benessere psicofisico, sociale e ambientale. Crediamo che attraverso l’innovazione in tutti i campi delle scienze della salute, con particolare riferimento alla prevenzione, applicata a principi di equità e appropriatezza, si possa sempre promuovere, sostenere e tutelare la miglior qualità di vita possibile della popolazione“.

TapMyLife, con la sua tecnologia all’avanguardia, può contribuire a semplificare e ottimizzare la gestione delle attività quotidiane degli assistenti sanitari. Attraverso l’uso della nostra piattaforma, è possibile migliorare la comunicazione tra il personale sanitario, garantendo una trasmissione efficiente delle informazioni e una risposta tempestiva alle esigenze dei pazienti. Inoltre, TapMyLife può facilitare la gestione della documentazione, consentendo agli assistenti sanitari di concentrarsi maggiormente sull’aspetto umano della loro professione. Integrare soluzioni tecnologiche come TapMyLife nella routine quotidiana degli assistenti sanitari non solo li libera da alcuni compiti amministrativi, ma permette loro di concentrarsi maggiormente sulla fornitura di cure di alta qualità. In questo modo, la tecnologia diventa un alleato prezioso nella missione degli assistenti sanitari di preservare la salute e il benessere della comunità.

La Giornata dell’Assistente Sanitario è un momento per esprimere gratitudine verso coloro che dedicano la propria vita a prendersi cura degli altri. La loro dedizione, compassione e competenza fanno di loro i veri pilastri dei sistemi sanitari mondiali. Celebrare questa giornata non è solo un atto di riconoscenza, ma un impegno per garantire che gli assistenti sanitari siano sostenuti e apprezzati lungo il percorso della loro nobile missione di salvare vite e migliorare la salute della nostra società. 

LA RIVOLUZIONE DIGITALE DELL’ACCOGLIENZA OSPEDALIERA: PREZIOSA OPPORTUNITA’ PER L’EFFICIENZA OPERATIVA E L’ABBATTIMENTO DEI COSTI NEL SETTORE SANITARIO

L’evoluzione continua nel settore sanitario richiede una rinnovata attenzione all’accoglienza ospedaliera, affinché possa essere allineata con gli standard più elevati di efficienza operativa e riduzione dei costi. Questo articolo esplorerà le opportunità emergenti per migliorare l’accoglienza nei reparti ospedalieri, focalizzandosi sulla creazione di un ambiente più efficiente e sostenibile dal punto di vista economico.

L’introduzione di tecnologie all’avanguardia può rivoluzionare l’accoglienza ospedaliera, rendendola più rapida ed efficiente. I sistemi di registrazione digitale, ad esempio, possono ridurre i tempi di attesa e semplificare i processi di ammissione, consentendo al personale ospedaliero di concentrarsi su compiti più complessi e specifici. Le soluzioni di intelligenza artificiale possono essere utilizzate per automatizzare processi ripetitivi, ottimizzando le risorse e riducendo gli errori umani.

Easy Hospital, l’innovativa app sviluppata da Engineering in collaborazione con il Policlinico di Sant’Orsola di Bologna e TapMyLife, sta rivoluzionando l’esperienza dei pazienti nell’accesso ai servizi sanitari. La versatilità di Easy Hospital si manifesta attraverso una serie di funzionalità integrate nel suo spazio digitale, tra cui la gestione del CUP, l’eliminazione delle code e la facilitazione dei pagamenti. Ciò consente la creazione di esperienze interattive, rendendo fluido e senza interruzioni il passaggio tra il mondo digitale e l’ambiente fisico del Policlinico. I servizi offerti dalla app sono accessibili gratuitamente su smartphone iOS e Android, garantendo un’esperienza sempre aggiornata.

La trasformazione dell’accoglienza ospedaliera non solo migliora l’esperienza del paziente, ma offre anche opportunità significative per aumentare l’efficienza operativa e ridurre i costi. L’implementazione di sistemi di gestione elettronica dei record può ridurre il tempo necessario per accedere alle informazioni e migliorare la coerenza dei dati. Ciò non solo migliora la qualità delle cure fornite, ma riduce anche i costi associati alla gestione di documenti cartacei e alla registrazione manuale.

L’adozione di tecnologie innovative, la personalizzazione dell’esperienza del paziente, l’ottimizzazione dei processi interni, la digitalizzazione dei dati sanitari e le partnership strategiche sono tutti elementi chiave per raggiungere questo obiettivo. Investire in queste aree non solo porta a un ambiente ospedaliero più efficiente, ma anche a un settore sanitario più sostenibile dal punto di vista economico.

LA RIVOLUZIONE DIGITALE DELL’ACCOGLIENZA OSPEDALIERA: PREZIOSA OPPORTUNITA’ PER L’EFFICIENZA OPERATIVA E L’ABBATTIMENTO DEI COSTI NEL SETTORE SANITARIO

L’evoluzione continua nel settore sanitario richiede una rinnovata attenzione all’accoglienza ospedaliera, affinché possa essere allineata con gli standard più elevati di efficienza operativa e riduzione dei costi. Questo articolo esplorerà le opportunità emergenti per migliorare l’accoglienza nei reparti ospedalieri, focalizzandosi sulla creazione di un ambiente più efficiente e sostenibile dal punto di vista economico.

L’introduzione di tecnologie all’avanguardia può rivoluzionare l’accoglienza ospedaliera, rendendola più rapida ed efficiente. I sistemi di registrazione digitale, ad esempio, possono ridurre i tempi di attesa e semplificare i processi di ammissione, consentendo al personale ospedaliero di concentrarsi su compiti più complessi e specifici. Le soluzioni di intelligenza artificiale possono essere utilizzate per automatizzare processi ripetitivi, ottimizzando le risorse e riducendo gli errori umani.

Easy Hospital, l’innovativa app sviluppata da Engineering in collaborazione con il Policlinico di Sant’Orsola di Bologna e TapMyLife, sta rivoluzionando l’esperienza dei pazienti nell’accesso ai servizi sanitari. La versatilità di Easy Hospital si manifesta attraverso una serie di funzionalità integrate nel suo spazio digitale, tra cui la gestione del CUP, l’eliminazione delle code e la facilitazione dei pagamenti. Ciò consente la creazione di esperienze interattive, rendendo fluido e senza interruzioni il passaggio tra il mondo digitale e l’ambiente fisico del Policlinico. I servizi offerti dalla app sono accessibili gratuitamente su smartphone iOS e Android, garantendo un’esperienza sempre aggiornata.

La trasformazione dell’accoglienza ospedaliera non solo migliora l’esperienza del paziente, ma offre anche opportunità significative per aumentare l’efficienza operativa e ridurre i costi. L’implementazione di sistemi di gestione elettronica dei record può ridurre il tempo necessario per accedere alle informazioni e migliorare la coerenza dei dati. Ciò non solo migliora la qualità delle cure fornite, ma riduce anche i costi associati alla gestione di documenti cartacei e alla registrazione manuale.

L’adozione di tecnologie innovative, la personalizzazione dell’esperienza del paziente, l’ottimizzazione dei processi interni, la digitalizzazione dei dati sanitari e le partnership strategiche sono tutti elementi chiave per raggiungere questo obiettivo. Investire in queste aree non solo porta a un ambiente ospedaliero più efficiente, ma anche a un settore sanitario più sostenibile dal punto di vista economico.