IL TRASPORTO DEI PAZIENTI NELLE STRUTTURE SANITARIE

OTTIMIZZAZIONE DEL TRASPORTO DEI PAZIENTI ATTRAVERSO UNA SOLUZIONE DI CHIAMATA AUTOMATIZZATA

TapMyLife è una piattaforma unica per la chiamata degli operatori di trasporto.

Gli obiettivi della soluzione:

  • Gestione della chiamata degli operatori di trasporto
  • Gestione dei processi di check-out e check-in dei pazienti e gestione delle missioni operative.
  • Utilizzo della posizione degli operatori per l’ottimizzazione dei percorsi e delle attività.

L’ottimizzazione e l’automazione delle procedure di chiamata permettono di rendere estremamente efficace un processo cruciale della logistica ospedaliera.

 

GLI AMBITI DI APPLICAZIONE

GESTIONE MISSIONI

Gestione missione operatore su smartphone

Ricezione chiamata

Gestione code missioni

Richieste particolari trasporto

Indicazione percorsi ottimizzati

OTTIMIZZAZIONE PERCORSI

Gestione ottimizzata degli operatori

Chiamata automatica dell'operatore più vicino al punto di presa

Ottimizzazione dei percorsi all'interno della struttura

Integrazione con le soluzioni di navigazione indoor

GESTIONE EMERGENZE

Applicazione di gestione delle priorità

Gestione delle priorità delle attività

Gestione delle emergenze e operatori riservati

Gestione delle emergenza durante il trasporto, con chiamata di soccorso localizzata

CHIAMATA CENTRALIZZATA

Chiamata automatica tramite piattaforma web

Gestione degli operatori liberi/impegnati

Gestione escalation in caso di mancata risposta

Gestione rotazione operatori

Integrazione sistemi informatici di reparto

LA TECNOLOGIA BLE

Bluetooth Low Energy, iBeacon, Eddystone

Le nostre soluzioni utilizzano la tecnologia BLE, nelle versioni iBeacon o Eddystone, per garantire una piattaforma efficiente a costi molto più contenuti rispetto alla tecnologia RFID.

La nostra ricerca su questa tecnologia è stata riconosciuta con un Certificato di Eccellenza (Seal of Excellence) da parte della Commissione Europea, con uno studio che ha dimostrato un ritorno dell'investimento pari a 18 mesi con la sola riduzione del tempo impiegato dal personale sanitario per rintracciare i dispositivi medici all'interno della struttura sanitaria.

La tecnologia si presta all'implementazione in ambienti sanitari per l'assenza di interferenze elettromagnetiche con dispositivi o infrastrutture esistenti e grazie alla minore sensibilità rispetto a materiali metallici e liquidi.

L'utilizzo di un'infrastruttura commerciale e non proprietaria permette di ampliare le possibilità di implementazione e di integrazione con soluzioni esistenti o future, oltre e garantire una riduzione dei costi rispetto a soluzioni proprietarie come buona parte dei progetti RFid.

Contattaci